domenica, ottobre 07, 2007

La legge dell'attrazione




Cosa attrae gli eventi, le sincronie e le coincidenze nel percorso che la vita ci pone davanti?

Se è vero che siamo quello che la nostra mente ci fa credere di essere, alla fine siamo una cosa molto distorta e limitata, però questo meccanismo, che potremmo anche considerare come una sorta di legge, possiamo volgerlo a nostro favore se cominciamo a scegliere di credere di essere all'altezza di ogni situazione che ci troviamo ad affrontare, al fine di concretizzare tutte le nostre "intenzioni", per intenderci quelle di valore significativo ed eterno per noi!

Importante per riuscire ad attrarre o meglio volgere gli eventi a buon fine a vantaggio di tutti è considerare quanto segue:

  • disidentificarsi dalla mente e dal corpo e sentirsi spirito eterno elevabile a figlio di DIO
  • credere fortemente oltre la razionalità a questa condizione
  • essere grati a Dio di considerarci figli e perciò esser riconoscenti di tutto quello che ci ha dato e ci dà
  • predisporre in un programma chiaro e ben definito le proprie intenzioni
  • credere di poter essere sempre all'altezza di fronte al momento presente, all'adesso che è davanti a noi
  • rallentare il nostro tempo interiore fino ad arrivare alla consapevolezza di un presente eterno
Tutto quanto sopra ha bisogno anche di un costante allenamento della nostra mente a volgere la sua attenzione ed il suo lavoro inarrestabile verso l'autoconoscenza in osservazione diretta, anzichè continuare il solito lavoro, filtrato dall'archivio mnemonico, di calcolo razionale e di giudizio di ogni cosa.